Aumento IVA: un'analisi degli effetti

A partire dall’ottobre 2012 potrebbe entrare in vigore l’aumento di due punti percentuali dell’aliquota intermedia e di quella ordinaria dell’Iva (rispettivamente dal 10 al 12 e dal 21 al 23 per cento). Tale aumento diventerà permanente nel 2013 e sarà seguito da un ulteriore incremento di mezzo punto nel 2014 qualora entro il mese di settembre non siano stati approvati i provvedimenti di attuazione della delega fiscale o le modifiche ai regimi di esenzione e agevolazione fiscale tali da produrre il gettito atteso dalla delega (13.1 miliardi nel 2013 e 16.4 nel 2014). Nell'analisi Ref Ricerche per Ibc sono sintetizzati i possibili effetti dell’intervento.


Aumento Iva: un'analisi degli effetti
Il caso dei prodotti alimentari

a cura di Ref Ricerche   (maggio 2012)