L'aumento IVA aggraverebbe la recessione

Le attuali proposte di inasprimento IVA aggreverebbero la recessione con impatti dirompenti sull'occupazione:

La proposta riduzione dell’Irpef sulle fasce di reddito più basse non sarebbe assolutamente in grado di compensare il deterioramento della domanda complessiva.

I provvedimenti che puntano a fare cassa, mediante la tassazione dei consumi e la rimodulazione dell’imposizione fiscale non possono essere la soluzione.

Occorre puntare con maggior determinazione ad altri tipi di interventi:  riduzione della presenza del settore pubblico nell’economia, eliminazione della spesa improduttiva, efficienza e moralizzazione nella gestione della cosa pubblica, contrasto forte dell’evasione fiscale, liberalizzazioni.

Nell’analisi di Ref Ricerche per Ibc l’approfondimento di queste valutazioni.


Aumento IVA, consumi,
crescita economica

a cura di Ref Riferche   (febbraio 2013)